A PHP Error was encountered

Severity: Notice

Message: Undefined variable: data

Filename: frontend/page.php

Line Number: 321

Termini - Punta Campanella proloco due golfi - una risorsa per massa lubrense
preloading
Ufficio proloco due golfi

Ufficio proloco due golfi

Ufficio proloco due golfi

Ufficio proloco due golfi

Ufficio proloco due golfi

Ufficio proloco due golfi

Proloco Due Golfi

Una grande risorsa per il paese.

Termini - Punta Campanella

E’ la più classica escursione della Penisola Sorrentina.

Segue l’itinerario sacro di via Minerva che conduceva al tempio di Athena-Minerva fondato, secondo il mito, da Ulisse che lungo questa costa vinse l’omerica sfida con le Sirene.

 

Il primo tratto di via Campanella si snoda nell’abitato di Termini. Superando a sx il bivio per San Costanzo le case si fanno più sporadiche e il verde degli ulivi prende man mano il sopravvento e si gode della loro ombra per un bel tratto. Superata la deviazione a dx che condue all’antichissima chiesa di Santa Maria di Mitigliano, sorta sui ruderi di una badia benedettina, ci avviciniamo all’area della tragica frana del 1973, di cui rimane la profonda ferita nella selva in alto. Una lapide sul muro ne ricorda le dieci vittime. Manca poco alla zona detta Canciello dove un’edicola anticipa il grande taglio nella roccia praticato per la costruzione della via Minervia, che conduceva al tempio greco-romano di Punta Campanella. Superando il taglio ci troviamo a Namonte che prospetta sulla turchese baia di Mitigliano; segue Fossa Papa con la torre di difesa costiera tra gli ulivi e infine Pezzalonga desolata e brulla. Alla nostra dx Capri appare da angolazione diversa da quella consueta. Arbusti di ulivo selvatico, euforbia e lentisco crescono lungo i bordi dell’antica via che svela, passo dopo passo, gli antichi basoli di calcare. Si scende ripidamente fino ad unbivio a sx che porta a Rezzaro da cui si gode lo scenario della baia di jeranto, che vale la pena raggiungere. Tornati su via Campanella si continua a scendere fino alla torre, che appare progressivamente ai nostri occhi accanto al moderno faro. A Punta Campanella oltre la torre di Minerva e le strutture della villa romana, è interessante visitare gli approdi sul golfo di Napoli e di salerno. Quest’ultimo presenta non poche difficoltà di accesso per l’impervio canalone nel quale volge la scal in pietra che conduce alla grotta a mare, adatto a coloro che non soffrono le vertigini.

Foto Punta della Campanella